Deposito del prezzo dal notaio: è rivoluzione?

deposito del prezzo

Rivoluzione, notizia bomba e grande cambiamento nell’immobiliare: i soldi che usi per comprare casa resteranno dal notaio fino a che l’immobile non sarà di tua piena proprietà.

L’acquisto di una casa è uno dei passaggi più importanti della tua vita. Hai firmato il preliminare, hai versato l’acconto e ora è arrivato il momento del rogito, dov dovrai pagare l’import residuo al venditore. Di solito a questo appuntamento viene anche la banca, che ti porta l’assegno con l’importo stabilito dal mutuo.

Tutto liscio, ma ti sei mai chiesto cosa potrebbe succedere ( ahi ahi ahi) se dopo che hai versato il denaro (tuo o della banca) il notaio dovesse accorgersi che nel frattempo la casa che tu stai acquistando sta per essere pignorata oppure c’è sopra un’ipoteca?

La riposta è guai, guai seri per te che ti trovi ad avere acquistato un bene ‘malato‘. Potresti essere costretto ad avviare una causa per recuperare dei soldi che, magari, non sono neanche tuoi perché te li ha prestati la banca. Questo è uno scenario apocalittico ma fidati, è successo a molte persone, soprattutto nel caso di pagamenti fatti alle ditte costruttrici.

Negli anni di profonda crisi tanta gente ha acquistato casa, ha versato i soldi dell’acquisto alla ditta costruttrice che, nel frattempo, era in completa bancarotta e si è trovata con un pugno di mosche in mano e una situazione che le ha portate sull’orlo di una crisi di nervi.

Et voilà la legge di concorrenza sul deposito del prezzo dal notaio

La legge di concorrenza è stata recentemente approvata dal Parlamento e fra le tante norme che contiene ce ne è una che si promette di salvaguardare chi acquista, ovvero di fare in modo che situazioni come questa non accadano mai più.

In che modo? Ti starai chiedendo…

I soldi che tu versi per comprare casa ( o altre tipologie di immobili) vanno al notaio fino al momento della trascrizione e questo si chiama deposito del prezzo dal notaio. In altre parole il notaio li tiene fino a che non avviene il definitivo passaggio di proprietà.

Se qualcosa andasse storto tu, che compri casa, puoi recuperare in qualsiasi momento ciò che hai versato, perché non è ancora stato incassato da chi ti sta vendendo casa.

deposito del prezzo dal notaio

Ma dove vanno a finire i tuoi soldi allora?

In un conto apposito, dedicato, che il notaio ha aperto.

Non è il conto dello studio e nemmeno quello suo personale, altrimenti si fa confusione, soprattutto con i suoi guadagni personali. La norma dice, infatti, che il notaio deve aprire un conto dedicato dove deve far confluire i soldi che riceve dai clienti. Su questo conto vanno a finire i soldi dell’acquisto e quelli che servono per pagare le imposte dovute per l’acquisto della casa o di altre tipologie di immobili.

Il notaio non può usare queste somme, ovvero non può impiegarle per pagare l’affitto del suo studio o per andare in vacanza e questo è abbastanza alogico perché non sono soldi suoi ma, soprattutto, non può lucrare sugli interessi.

Ora, i tassi di interesse sui depositi di denaro sono minimi, quasi pari a zero, ma qualcosina c’è. E quel qualcosina non deve essere corrisposto al notaio, ma deve andare a finire su un apposito fondo destinato alle piccole medie imprese.

In più la norma è chiara, ovvero se il notaio ha dei debiti verso qualcuno, i creditori non possono attingere da questo conto, quindi i soldi sono impignorabili, sempre, perché non si tratta di soldi suoi e se il notaio muore questi soldi non vanno a finire agli eredi o al coniuge, per lo stesso identico motivo.

Si tratta di un deposito e il notaio non può rifiutarsi di custodire i soldi e di tenere in questo conto corrente il saldo del prezzo che chi acquista casa deve corrispondere al venditore fino a quando non si completa la trascrizione della vendita immobiliare.

La trascrizione è, infatti, il momento cruciale, l’attimo in cui chi compra ha la certezza che il suo acquisto è stato perfezionato senza problemi, quindi che la casa o l’immobile che hai acquistato sono puliti, senza ipoteche, sequestri o problemi di sorta.

E le passività?

C’è un caso molto frequente e che può verificarsi, quindi chiariamolo per avere un bel quadro della situazione.

Pensa alla vendita di una casa che ha un mutuo ancora in corso. In questo caso chi compra versa il corrispettivo, che viene girato alla banca per estinguere il mutuo e cancellare l’ipoteca. Questi soldi vanno a finire nel conto deposito del prezzo? Sì, ci vanno eccome, perché devono essere salvaguardati.

La data di inizio è il 29 agosto 2017 (data dell’entrata in vigore della Legge sulla Concorrenza) e c’è un’importante cosa che devi sapere, anche se forse è scontata. Chi vende non può introdurre una clausola che preveda che la somma venga versata in un suo conto corrente, altrimenti tutta questa norma sarebbe nulla. Il conto corrente di deposito del prezzo deve essere fatto nel conto corrente del notaio, punto e stop.

Gli agenti immobiliari sono contenti?

La riposta è no, per due motivi. Appena uscita, la legge ha fatto arrabbiare la Fiap perché prima di questa legge chi vendeva e chi comprava erano sullo stesso livello, mentre oggi chi compra è più salvaguardato rispetto a chi vende.

Ma per capire chi ci guadagna e chi ci rimette è importante, secondo me, guardare allo storico e a tutte le persone che sono rimaste truffate dal comportamento di alcuni venditori e ditte costruttrici. Queste persone non hanno avuto vita facile e bisognava trovare il modo di salvaguardare il loro investimento.

E infine c’è una considerazione da fare, ovvero chi vende perché ha bisogno di acquistare subito casa non può farlo, deve aspettare i tempi di trascrizione per incassare i soldi che gli servono per comprare la nuova casa e questo è un ostacolo non da poco e un aspetto che blocca la fluidità delle compravendite immobiliari.

Se vuoi vederci chiaro sul deposito del prezzo dal notaio contattami e ti spiegherò volentieri come funziona nel dettaglio


Nicole Sella lavora come agente immobiliare a Thiene e nel territorio dell’Alto Vicentino, offrendo ai clienti servizi immobiliari professionali e consulenze personalizzate per chi compra e vende casa.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *