Amministratore condominio o agente immobiliare? Incompatibilità!

amministratore condominio

Può un amministratore condominio esercitare la professione di agente immobiliare e viceversa? La questione è ben spiegata in un articolo del Sole24Ore e sottolinea la distinzione fra l’attività di amministratore condominio che viene esercitata ‘saltuariamente‘, quindi estranea alla regolamentazione della C.C.I.A.A. e l’attività che, secondo definizione deriva dalla ‘organizzazione anche minima di mezzi, al fine di trarne un utile svolta secondo criteri di professionalità’.

In questo secondo caso si tratta di un’attività di impresa che è sottoposta all’iscrizione al Registro delle Imprese e che, secondo  l’art. 5 comma 3 della Legge n. 39/1989 è incompatibile con l’esercizio dell’intermediazione immobiliare.

Amministratore condominio e agente immobiliare: il vuoto legislativo

La legge 220/2012 si è impegnata a riformare l’intera disciplina condominiale, ma anche in questo caso la figura dell’amministratore condomino non è stata ben delineata e definita nei compiti e nelle responsabilità. E’ importante ricordare che l’Agenzia delle Entrate ha inoltre stabilito un codice di attività per questa figura professionale, in quanto si tratta di un attore fondamentale nella gestione del condominio e non di una pura figura che deve essere inserita a norma di legge.

Amministratore condominio: la professionalità

Chi svolge la professione di amministratore condominio è chiamato ad assolvere a dei compiti di grande delicatezza e di grande importanza. Questa figura professionale è spesso stata vista come un’imposizione legislativa, ma nella realtà dovrebbe, come suggerisce il nome, amministrare un condominio, mansione non certo facile se eseguita con criterio.

Esistono casi positivi e casi meno positivi, ma la regola principale si basa sulla professionalità e sulla competenza. ‘Ad ognuno il suo’ direbbero i saggi quindi, al di la delle incompatibilità che sono giustamente stabilite dalla legge, chi lavora come agente immobiliare dovrebbe dedicarsi a questa professione e la stessa regola vale per l’amministratore condominio, chiamato ad esercitare le sue mansioni con cura e con scrupolo per il bene dei condomini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *