Le spese condominiali non pagate zavorrano il mercato immobiliare

spese-condominiali

Una fresca notizia apparsa su un portale di news padovano si è occupata di analizzare quanto le spese condominiali non pagate possano zavorrare il mercato immobiliare. Stiamo parlando di una questione che tutti conoscono ma che raramente viene affrontata dai media, forse perché non fa notizia o perché i risvolti sociali sono tropo complessi da analizzare.

Spese condominiale: quando non vengono pagate

Padova è una città piuttosto emblematica, perché negli ultimi anni sono molti i casi di condomini che si sono visti staccare i fili della luce o la fornitura di gas per le mancate bollette pagate.

Non pagare le spese condomini è una prassi che viene adottata da tanti inquilini e che può essere fatta quando le spese sono comuni. E’ questo il caso di condomini datati, di ex residence trasformati in abitazioni e di edifici che possiedono tuttora un unico contatore. L’accumulo di debito nei confronti della società fornitrice può raggiungere le stelle, anche 100 mila euro nei condomini più affollati in pochi mesi e il risultato si traduce nel taglio delle utenze, che penalizza su tutti gli inquilini che hanno sempre pagato.

Spese condominiali non pagate: quanto ci rimette l’immobile

Se lo stacco della luce è un danno gravissimo ma immediato, il danno più grave interessa il mercato immobiliare. Di base i condomini affollati da persone che non pagano le bollette sono abitati da famiglie indigenti o che semplicemente non pagano le utenze per scelta. Anche se non è politically correct affermarlo, si tratta di luoghi abitati da gente che se ne frega di tenere in buone condizioni lo stabile in cui vive.

Da questo dato di fatto nasce la progressiva e sempre più profonda svalutazione degli immobili, che ancora una volta ha come vittime principali le famiglie virtuose, che magari hanno eletto quel condominio come abitazione della loro vita.

Chi è interessato a comprare si informa oggigiorno sull’esistenza di contenziosi pregressi e sulla tipologia di inquilini, per non incappare in problemi di questa natura in futuro. La compravendita diventa quindi ostica e molti sono i condomini che oramai sono stati dati per spacciati o che sono purtroppo vittima della immancabile speculazione immobiliare.

Cosa fare per risolvere il problema? Qualcosa può essere fatto a livello di amministrazione e per questo motivo gli amministratori di condominio dell’Anaci hanno scelto di riunirsi per fare fronte comune e studiare un piano di azione efficace per risolvere il problema.

Hai avuto esperienze sulle spese condominiali non pagate? Ti hanno staccato la corrente anche se avevi sempre pagato? Condividi il tuo pensiero in questo blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *