Vizi immobili: facciamo chiarezza!

vizi-immobili

Quando si compra casa e la compravendita avviene fra privati il venditore è tenuto a dare a chi acquista delle garanzie per gli eventuali vizi immobili. Facciamo chiarezza su questo argomento poco chiaro e decisamente spinoso.

Vizi immobili:di cosa si tratta e quali sono le garanzie che il venditore deva dare a chi acquista casa?

Il codice civile stabilisce nell’articolo numero 1490 che chi vende casa deve garantire che l’immobile sia privo di vizi che lo possano rendere non idoneo all’uso al quale è destinato, oppure ne diminuiscano in modo ‘apprezzabile’ il valore.

Si tratta di una norma di base, che decorre se esiste un accordo fra le parti che esclude oppure limita questa garanzia. Attenzione, perché tutto si basa sulla buona fede del venditore. Se egli ha taciuto l’esistenza di vizi anche in sedi di accordi fra le parti la garanzia ha effetto.

Vizi immobili: come si deve comportare chi compra casa?

Se dopo la compravendita di un immobile l’acquirente si accorge che esistono dei vizi, egli deve immediatamente denunciarli al venditore entro 8 giorni dalla scoperta e non oltre un anno dalla consegna dell’immobile. Dopo un anno si prescrive infatti l’azione per far valere la garanzia.

Ovviamente la denuncia non può avere luogo se il compratore era a conoscenza dei vizi oppure se gli stessi sono di chiara identificazione.

La denuncia non è necessaria se il venditore riconosce che esiste un vizio dell’immobile e di averlo occultato di proposito. La denuncia deve essere effettuata qualora il venditore non si assuma le proprie responsabilità, inviando una raccomandata con avviso di ricevimento al venditore, nella quale vengono esposti i vizi riscontrati e si chiede di fruire della garanzia.

Vizi immobili: cosa fare dopo la denuncia?

Dopo la denuncia al venditore, chi ha acquistato deve farsi fare una perizia accurata, soprattutto se intende riparare in autonomia il danno, conservando con cura le fatture e le ricevute delle prestazioni, perché non possano essere contestate dal venditore.

Vizi immobili: come lavora la garanzia?

Secondo l’articolo1492 del codice civile, l’acquirente può chiedere:

  • la risoluzione del contratto
  • la riduzione del prezzo

Alcuni vizi potrebbero escludere la risoluzione del contratto, quindi ogni caso deve essere valutato come unico. L’acquirente può inoltre chiedere al venditore un risarcimento in denaro.

I singoli casi chiedono di essere analizzati con cura, perché se la cosa che è stata venduta è ‘perita’ in conseguenza ai vizi esistenti chi compra casa ha diritto alla risoluzione del contratto. Se invece la cosa è ‘perita’ per colpa del compratore o per un caso fortuito, oppure se egli l’ha alienata o trasformata, è possibile solamente richiedere una riduzione del prezzo di acquisto.

Vizi immobili: come difendersi?

Nel momento in cui si da vita ad una compravendita di immobili è importante fare delle ricerche approfondite, le quali si basano su:

  • controllare con estrema cura lo stato dell’immobile;
  • avvalersi di aiuti tecnici nella valutazione degli impianti;
  • chiedere informazioni sugli oneri condominiali;

Si tratta della base che può aiutare chi compra casa a difendersi dai vizi immobili, ma se desideri ottenere maggiori informazioni e capire come devi muoverti, chiamami per approfondire la questione e per ricevere una consulenza personalizzata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *