Mercato immobiliare ecco cosa dice la stampa

mercato-immobiliare-stampa

Sabato scorso ho letto un articolo molto interessante sull’inserto settimanale del quotidiano La Repubblica, una rivista femminile che è apprezzata anche dai lettori maschi. L’articolo si chiamava ‘Compro Casa in Città‘ e si è occupato di spiegare come il mercato immobiliare, forte di un 6.5% in più di acquisti possa essere considerato finalmente in ripresa.

Mi sono trovata in accordo con molti punti dell’articolo, ma in disaccordo con altri, quindi voglio condividere le mie riflessioni con te e conoscere quale è il tuo punto di vista.

Mercato immobiliare: la spinta delle grandi città

Dal 2008 stiamo attendendo la rinascita, ovvero da quasi dieci anni trascorsi stiamo sperando che la ripresa economica diventi solo un brutto e triste ricordo. Secondo le stime attuali, i giovani preferiscono spostarsi e lo fanno soprattutto al sud, spopolando i paesi per andare alla ricerca di opportunità nelle grandi città. Accade in Sicilia in Abruzzo, in Puglia e in Emilia Romagna, regioni che hanno dimostrato un vero e proprio esodo in termini di coppie e single che hanno scelto di lasciare il paese dove sono nati per spostarsi in città capoluogo, soprattutto al nord.

L’esodo ha dato nuova linfa al mattone, ma quale è la situazione in Veneto? L’articolo non lo riporta perché è generalista, ma dal mio punto di vista la tendenza è contraria, ovvero al di fuori del capoluogo, sempre molto gettonato e con numeri di compravendita maggiori ovviamente,  si preferisce il paese ricco di servizi, con poco traffico e con una dimensione vitale più umana, un aqualità di vita più famigliare.

Lo dimostrano i dati che nel mattone sono confortanti e lo sottolineano le scelte di ristrutturazioni che sono sempre più numerose. Il trucco è ‘vederci dentro‘, ovvero capire quale è il potenziale di un immobile, quindi fare due conti e scoprire che investendo la stessa somma si può acquistare un appartamento al secondo piano o ristrutturare una una casa singola. Ma ci vuole il tempo e l’impegno, quindi sulla bilancia bisogna metterci tutto, tirare una bella riga e vedere dove ti porta il cuore.

Mercato immobiliare: la spinta dei mutui

Al di la delle scelte personali, l’articolo riporta un dato a mio avviso pienamente condivisibile, ovvero il dinamismo è stato iniettato dalle banche, che dopo avere chiuso i rubinetti ai piccoli risparmiatori per anni hanno ricominciato a concedere mutui, a tassi umani e senza pretese fantascientifiche. Merito dell’abbassamento del costo del denaro e anche di politiche di elargizione del credito più favorevoli. Merito anche degli incentivi, che permettono di recuperare un bel po’ di somme spese se si sceglie la ristrutturazione.

Qual è il futuro prossimo? A livello nazionale vince la città, che attira le persone come accadeva negli anni ’50, ma a livello locale e per quanto ci riguarda, nel territorio vincono i paesi, che per fortuna sono stati dotati delle giuste infrastrutture. Senza di loro non si va da nessuna parte, tantomeno a lavorare e quindi a guadagnare il denaro che serve per acquistare la casa dei sogni.

Mercato immobiliare: perché questa riflessione

Se stai cercando casa, vuoi venderla o desideri informarti sulla condizione del mercato immobiliare quesi dati possono esserti utili e accrescere la tua cultura in merito. Il mercato immobiliare degli ultimi anni è stato fra i più strani e traballanti di tutti i tempi, quindi è importante conoscere le sue variazioni, anche minime, per capire se è il momento giusto per comprare, per vendere o per investire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *